Loading...
Top

DECESSO STRANIERO IN ITALIA - RIMPATRIO SALMA

Procedure da attuare in caso di decesso di una persona straniera in Italia per il rimpatrio della salma extracomunitario o dentro i confini dell’UE

Scroll
Down

COSA FARE IN CASO DI DECESSO IN ITALIA DI UN CITTADINO STRANIERO

Attualmente non esiste una normativa chiara che regolamenti il rientro dei defunti stranieri nei paesi di origine. In Italia, i riferimenti normativi in materia sono

  • La circolare del Ministero della Salute (Sanità) n. 24 del 1993;
  • Il Regolamento Nazionale di Polizia Mortuaria;
  • Il  D.P.C.M. del 26 maggio 2000 attuativo del D.lgs. n. 112 del 1998 sulle competenze e autorizzazioni.

A livello internazionale, si tiene conto della Convenzione di Berlino del 1937, che riguarda  il trasporto dei cadaveri, valida però solo per i Paesi che vi hanno aderito (Italia, Germania, Austria, Belgio, Danimarca, Olanda, Francia, Svizzera, Portogallo, Romania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Turchia, Egitto, Repubblica Democratica del Congo, Messico, Cile).

Nel caso di rimpatrio della salma in un paese aderente alla Convenzione di Berlino, occorrerà richiedere, insieme all’autorizzazione del Sindaco del Comune dove è avvenuto il decesso, un passaporto mortuario.

Nel caso in cui la salma sia da trasportare in un paese non aderente alla Convenzione, sarà necessario ottenere l’Autorizzazione al trasporto all’estero, con il nulla osta del Paese ricevente, rilasciato dalla relativa Ambasciata o Consolato in Italia.

TRASPORTO DELLA SALMA ALL’ESTERO: DOCUMENTI NECESSARI

Per trasportare all’estero la salma della persona cara, insieme alla richiesta di autorizzazione al Sindaco del Comune in cui è avvenuto il decesso, sarà necessario richiedere e ottenere:

  • Documento dell’Azienda Sanitaria Locale (ASL) che certifica la conformità alle leggi sanitarie vigenti e l’assenza di malattie infettive;
  • Certificato dell’Ufficio di Anatomia Patologica che garantisce che il corpo del defunto ha subito  il trattamento antiputrefattivo;
  • Due estratti di morte e l’autorizzazione all’espatrio della salma rilasciati dall’Ufficio di Stato Civile;
  • Per il rimpatrio in paesi non firmatari della Convenzione di Berlino, nulla osta dell’Ambasciata o dell’Ufficio Consolare.

IL SUPPORTO DI TAFFO PER IL RIMPATRIO DELLA SALMA VERSO UN PAESE ESTERO

La necessità di fornire tutta la documentazione necessaria per il rimpatrio della salma extracomunitario o comunque in un Paese estero allunga di molto i tempi per la realizzazione del trasporto.

Affidarsi a Taffo diventa garanzia di rispettare l’iter burocratico in tempi celeri.

Inoltre, il personale Taffo, costantemente informato in merito può consigliare sulla possibilità di avvalerti  di eventuali contributi economici, messi a disposizione talvolta da Regioni e Comuni.

CONTATTI

Taffo Onoranze Funebri è presente sul territorio di Roma e L’Aquila con personale specializzato e sempre disponibile.

 

Visita la pagina contatti per avere tutte le informazioni aziendali.

I nostri famosi social

© 2019 Taffo Onoranze Funebri di Atlante società cooperativa sociale
- All Rights Reserved
- Privacy Policy
- Cookie Policy
- P.IVA: 01965640665
- Sede Legale: S.S. Località Boschetto di Pile SNC
- 67100 L'Aquila
- E-mail: info@taffo.com
- PEC: atlantecoop@legalmail.it
- C.Univoco: SUBM70N

Powered by